Vai al contenuto

L’Archetipo della Persona Comune.

Ciascun Brand è unico, diverso dagli altri; per aiutarti nel costruire e tracciare il tuo, però, puoi fare riferimento a degli Archetipi. Ne hai mai sentito parlare? Gli Archetipi sono forme-pensiero; modi di costruire un personaggio schematizzati e funzionali. Li ritroviamo nei film, nei libri, nelle nostre serie tv preferite… insomma, sono per noi così familiari che finiamo per riconoscerli al volo.

Anche un Brand è una forma-pensiero, una sorta di personaggio che nasce con una narrazione – quella fatta attraverso il Marketing – e assume maggiore tridimensionalità tanto più il tuo Cliente ideale finirà per interagire con esso.

Nell’Archetypal Branding vengono elencati 12 Archetipi: l’Angelo Custode, il Creatore, il Responsabile, l’Innocente, l’Esploratore, il Saggio, l’Eroe, il Ribelle, il Mago, il Semplice, l’Amante e il Giullare.

…ma come Giulia, mi avevi detto che ogni Brand è Unico, invece sembra tu mi stia suggerendo di trasformarlo in una copia della copia…

Non mi fraintendere, il personaggio Brand è solo un punto di partenza per individuare modi e metodi attraverso cui puoi esprimere la sua personalità, però, poi, a dargli la “connotazione umana” ci sarai sempre e solo tu con la Originalità e Missione.

Ti ho già parlato di questi Archetipi:
Giullare
Creatore
Innocente
Amante
Esploratore

Oggi, invece, ti parlo dell’Archetipo della Persona Semplice o Comune.

L’Archetipo della Persona Comune.

Chiamarlo “Persona Comune” potrebbe, forse, non essere la scelta migliore per rappresentare questo Archetipo: sembra volerlo sminuire, quando invece siamo di fronte – come sempre, quando parliamo di Archetipi – a una figura complessa, profonda, radicata. L’Archetipo della Persona Comune ha solidi valori, crede nell’uguaglianza e che le cose belle della vita siano un diritto di tutti.

Nella versione originale, in inglese, è “Everyman”, ma anche questo termine sembra un po’ sminuirne il valore, dando l’impressione che si tratti di un Archetipo che non rappresenta niente di così speciale. Invece, la Persona Comune nella sua semplicità ha delle grandissime risorse, sa relazionarsi agli altri con empatia e naturalezza, grazie ad una personalità calda, gentile e socievole.

Ha il dono della concretezza: vede il mondo per quello che è, e ciò gli permette di affrontare la realtà con obiettività e risolvere velocemente una situazione che non ha funzionato.

Allo stesso tempo, però, è un sognatore: desidera un mondo dove chiunque possa vivere in serenità. Una sua peculiarità è quella di sentire in modo forte il valore della comunità, che sia la propria famiglia, una cerchia di amici o un circolo di appassionati. In un gruppo, è colui che sa sempre creare connessioni profonde con ogni membro.

È anche il motivatore del team perché “ogni individuo ha valore”.

Come tutti gli Archetipi, ha dei lati Ombra: il suo desiderio di essere accettato potrebbe portarlo a diluire la propria personalità allo scopo di integrarsi a tutti i costi all’interno di un gruppo. Questo aspetto può trovare risoluzione quando la Persona Comune torna ad affidarsi ai propri valori, ricordando che ogni individuo – compreso lui stesso – ha diritto di poter vivere esprimendosi con unicità.

L’Archetipo della Persona Comune nel Branding.

A questo punto ti sarà chiaro che, quando la Persona Comune è incarnata in un Archetipo di Branding, il potenziale è enorme. È quel Brand che al centro mette l’Individuo/Cliente nella sua unicità, facendolo sentire compreso, protetto e al sicuro. Praticamente, a casa.

Questi aspetti si riflettono anche nel visual design che privilegia colori che richiamano la familiarità e la vicinanza. Le forme dell’identità visiva sono semplici e chiare, con linee pulite e morbide, che creano equilibrio e ordine. Le immagini di marketing, online e offline, rappresentano persone comuni. Questo potrebbe includere immagini di famiglie, amici, comunità, luoghi di lavoro e momenti di vita. Come Barilla: nei suoi spot si ritrovano sempre scenari familiari e rassicuranti.

Infatti, i prodotti o servizi proposti sono funzionali alla quotidianità: soluzioni semplici a problemi che il Cliente reputa complessi. Questa affabilità è possibile perché il Brand si mette sullo stesso piano del Cliente, scegliendo un Tono di Voce caldo, aperto, colloquiale ma sempre rispettoso.

In questo modo l’Archetipo della Persona Comune è in grado di creare una forte connessione emotiva con il proprio Pubblico, catturandone attenzione e fiducia.

Questo può indurre al passaparola, dove i Clienti, divenendo consumatori fedeli, parlano del Brand con i loro amici e familiari. Ecco il motivo per cui non dovresti temere di essere “Comune” nella tua strategia di Branding;  come avrai capito, è un modo efficace per creare una connessione emotiva con il Pubblico e costruire un rapporto di fiducia duraturo, che va ben oltre il Marketing e i Social Network.

 

archetipo persona comune everyman brand della porta accanto archetipi di brand carol pearson margaret mark archetypal branding marketing strategia di brand e posizionamento come usare gli archetipi solopreneur nemawashi studio giulia son irradiamo identitàarchetipo persona comune everyman brand della porta accanto archetipi di brand carol pearson margaret mark archetypal branding marketing strategia di brand e posizionamento come usare gli archetipi solopreneur nemawashi studio giulia son irradiamo identitàarchetipo persona comune everyman brand della porta accanto archetipi di brand carol pearson margaret mark archetypal branding marketing strategia di brand e posizionamento come usare gli archetipi solopreneur nemawashi studio giulia son irradiamo identità