Il bianco nella palette colori del tuo Brand.

Un altro titolo per questo articolo poteva essere “cinquanta sfumature di bianco”, ma forse avrei avuto problemi col copyright. Di questo colore molto spesso non ci accorgiamo nemmeno, perché è davvero ovunque. Eppure, nello studiare la palette colori per il tuo Brand devi chiederti se davvero questa particolare tinta vi trova posto, e come.

Partiamo da una questione quasi filosofica: ma il bianco è davvero un colore?

C’è chi sostiene di no e definisce il bianco come l’assenza del colore; ma un raggio di luce bianca ha in sé tutte le lunghezze d’onda visibili per l’occhio umano. Allora forse è più corretto affermare che il bianco è l’espressione più estrema del colore?

Credo che la risposta più utile e concreta, per noi che qui dobbiamo solo decidere che colori usare nella nostra comunicazione di Brand, sia: ma chi se ne importa.

Nel comporre la palette colori che vuoi associare alla tua attività e che vuoi fare “tuoi” in comunicazione, sono ben altre le considerazioni da fare.

Cosa dicono di me quei colori? Come mi fanno apparire al mio pubblico? Mi aiutano a spiccare?
E, fra loro, come interagiscono?

Le relazioni fra i colori.

Una tavolozza di diverse tinte deve essere sempre ragionata come un insieme. Non puoi limitarti a scegliere tinte distinte, bastandoti sulla psicologia del colore o sui tuoi gusti personali, senza pensare al modo in cui quei colori appaiono quando sono affiancati.

L’accostamento di due tinte è di per sé un modo di comunicare: due colori analoghi, uno vicino all’altro, trasmettono una sensazione più pacifica e serena rispetto a due colori complementari. I colori non vanno considerati da soli ma sempre in relazione al contesto: questo gli artisti e i designer lo sanno da sempre.

Il punto, poi, non è solo nel significato ma anche nell’opportunità di scegliere colori che, in comunicazione, ci aiutino a guidare l’occhio dell’osservatore lì dove lo vogliamo.

E qui il bianco diventa protagonista.

Il bianco in comunicazione.

Di che colore è lo sfondo di questa pagina web? Bianco. Puro, brillante, intenso come solo il bianco su uno schermo luminoso può essere.

Ho scelto il bianco perché è quella tinta che più di tutte le altre stabilisce un contrasto con gli altri colori. Il testo dei paragrafi in grigio, ma anche il viola purpureo dei sottotitoli e il giallo oro con cui evidenzio i link: ciascuno di essi è perfettamente visibile, proprio perché lo sfondo è bianco.

Il “bianco” è anche lo spazio vuoto; o meglio, lo spazio negativo. Usare con sapienza il bianco ci serve per mettere in risalto gli elementi su cui vogliamo che cada l’attenzione: una call to action, una frase da evidenziare, una immagine molto importante.

Ma il bianco è sempre bianco?

No, ne esistono infinite sfumature – proprio come esistono tante varianti di verde, blu, rosso, giallo, eccetera. Il bianco “puro” per i designer assume tanti nomi: in tricromia è R255, G255, B255; in quadricromia è CMYK. Il codice per il web è #ffffff.

Ma è questo il bianco più giusto per la tua palette di Brand? È un colore molto intenso, brillante, squillante; questi attributi fanno al caso tuo? O, forse, è meglio cercare una sfumatura meno “pura” e più gentile, come ad esempio queste qui?

bianco brand design marchio logo spazio negativo colori piccolo brand nemawashi studio

Su fondo bianco, percepiamo queste quattro tinte come colori molto tenui, ma le chiameremmo: grigio, rosa, giallo, azzurro. Ma che succede se le poniamo su fondi colorati?

bianco brand design marchio logo spazio negativo colori piccolo brand nemawashi studio

Rispetto alle tinte di sfondo, senza nessun dubbio definiremmo quei quadrati “bianchi” e, anzi, avremmo difficoltà a dire che si tratta a tutti gli effetti di tinte diverse. L’importante, come sempre, è considerare la capacità espressiva della tinta, ma anche la relazione che avrà con tutti gli altri colori della tua palette.

 

bianco brand design marchio logo spazio negativo colori piccolo brand nemawashi studiobianco brand design marchio logo spazio negativo colori piccolo brand nemawashi studiobianco brand design marchio logo spazio negativo colori piccolo brand nemawashi studio