3 idee e 1 strumento per rafforzare la Brand Awareness.

Uno degli obiettivi principali a cui devi puntare per la tua attività è l’Awareness, cioè la riconoscibilità. Che non significa “solo” diventare un volto noto e familiare per la tua Audience, ma anche assumere proprio il ruolo che ritieni più strategico ed essere considerato proprio nel modo migliore.

Per arrivare a questo (diciamolo, ambizioso) risultato, devi essere costante e coerente: presentarti ogni giorno al cospetto del tuo pubblico, indossando sempre la stessa “divisa”, ribadendo con entusiasmo il tuo messaggio fondamentale, dimostrando fedeltà ai tuoi valori e alla tua missione.

Insomma, per farcela devi sfornare un gran numero di contenuti in cui il tuo Cliente Ideale possa facilmente inciampare; e quei contenuti devono essere strategici, studiato con logica, ben fatti… e meglio ancora se belli. Lo sai già da te che una grafica bruttina rischia di posizionarti male, vero?

Che contenuti devi creare? Beh, dipende dal tuo business, dal profilo del tuo Cliente Ideale e dai Brand Touchpoints che hai definito. Però l’esperienza mi ha mostrato che ci sono canali molto trasversali; la loro diffusione e facilità di utilizzo li rendono ottimi alleati per il tuo business e ottimi strumenti per rafforzare la tua Brand Awareness.

I Social Network

Scommetto che questi li avevi già presi in considerazione, vero? Ora, dei Social Network bisognerebbe dire un paio di cosette – e io non sono di certo la più grande esperta di questi strumenti. Prima di tutto di consiglio di leggere quanto più puoi i blog di Alessia Savi e Arianna Testi.

Poi, considera questo: i Social Network sono tanti e, soprattutto se gestisci la tua comunicazione in autonomia, non riuscirai ad essere davvero costante su tutti contemporaneamente. Scegline uno, massimo due, e concentra lì le tue energie.

Per capire quali canali siano più adatti a te, studia le abitudini del tuo Cliente Ideale ma chiediti anche dove ti senti più a tuo agio: muoverti in uno spazio (virtuale) che ti piace ti renderà molto più semplice il lavoro.

La Newsletter

Questo è uno strumento fa-vo-lo-so. Per ottenere i contatti (cioè, gli indirizzi mail di chi si iscrive) ci vuole un po’ più di fatica; ma quel pubblico sarà molto più proficuo per te perché sarà composto solo da persone che hanno già dimostrato un interesse verso i tuoi prodotti o servizi. È quello che, in gergo markettaro, si chiama pubblico “caldo”. Tutte le statistiche confermano che le percentuali di vendita di un prodotto sono mooooolto più alte fra un pubblico di questo genere.

E, poi, gli iscritti alla tua Newsletter sono degli affezionati, vogliono rimanere in contatto con te. Sono davvero la “comitiva” del tuo Brand: è un terreno molto molto solido su cui costruire la tua crescita.

Per ottenere contatti – e, quindi, iscritti – di solito si offre qualcosa in cambio: un Freebie da scaricare, uno strumento di qualche genere o, semplicemente, la promessa di scrivere ad intervalli regolari su un argomento che abbia a che fare col tuo business. Ecco, questo è importante: se vendi martelli, non offrire contenuti che riguardano il giardinaggio. Devi attirare persone interessate a quello che fai tu. Chiaro, no?

Gli strumenti di stampa.

Ah, tanto ormai è tutto virtuale… oppure no?

Il buon, caro, vecchio biglietto da visita ha ancora la sua utilità? Di nuovo devo risponderti che dipende. Prendiamo ad esempio la mia attività: io lavoro solo online, conosco i miei Clienti tramite il web, li incontro su Skype, e alla fine della nostra collaborazione consegno dei file digitali. A me un biglietto da visita non serve.

Quello che mi può servire, però, sono delle belle cartoline da spedire ai Clienti che hanno scelto il mio percorso premium di Brand Strategy + Design, per ringraziarli della fiducia e celebrare il percorso fatto insieme. Percorso premium corrisponde ad un trattamento premium: mi pare giusto, no?

Se dovessi partecipare ad un evento dal vivo, come ad esempio un workshop, potrei fare buon uso di una piccola brochure con qualche esempio dal mio portfolio; o, se fossi io a tenere il workshop, potrei stampare delle dispense o un quaderno di esercizi per i partecipanti.

Quindi no, la stampa non è morta.

Ed ecco lo strumento per fare tutto: Canva.

Canva è una web app gratuita che rende possibile impaginare documenti, creare contenuti per i canali social o il sito, preparare dei file per la stampa… anche se non sei un grafico, e se non hai la voglia o la possibilità di affidarti ad un professionista.

Canva si basa su dei modelli pre-impostati ma poi è possibile (nonché caldamente consigliato dalla sottoscritta) personalizzare tutto: i colori, i font, le forme, le immagini… così che tutto sia davvero somigliante al tuo Brand, e parli davvero di te.

Usare Canva è facilissimo, ed è reso ancora più facile dal regalo che ho in serbo per te. Si tratta di un video-tutorial super easy per muovere i tuoi primi passi su questa piattaforma e iniziare a personalizzare i tuoi strumenti.

Per scaricarlo, ti basta compilare questo modulo.